ELETTROAGOPUNTURA DI VOLL

<< Torna alle news

  apparecchiatura per test Eav; davanti allo strumento, si vede l' espositore delle fiale contenenti le soluzioni dei più svariati alimenti appartenenti a tutte le categorie alimentari; le fiale sono almeno 200; il test dura circa un' ora.

 
IL TEST EAV PER LE INTOLLERANZE ALIMENTARI
 
 
IL TEST EAV (ELETTROAGOPUNTURA DI VOLL) E’ UN METODO BIO-ELETTROFISICO;
 ESSO SI FONDA SULL’ ASSUNZIONE CHE IL CORPO UMANO SIA UN’ ENTITA’ ELETTROMAGNETICA CHE PUO’ INTERAGIRE CON L’ AMBIENTE ESTERNO TRAMITE CAMPI ELETTROMAGNETICI.
IL CORPO NON VIENE ANALIZZATO COME UNITA’ BIOCHIMICA, CIOE’ COME UN INSIEME DI REAZIONI BIOCHIMICHE (METABOLISMO), ANALISI CHE SI FA NORMALMENTE PRELEVANDO QUANTITA’ DI LIQUIDI CORPOREI (SANGUE, URINE ECC) E ANALIZZANDONE LA COMPOSIZIONE.
IL TEST EAV MISURA “ CORRENTI ELETTRICHE ”, O MEGLIO LA CONDUCIBILITA’ ELETTRICA DI TALUNI PUNTI SPECIFICI DEL CORPO CHE CORRISPONDONO A TERMINAZIONI NERVOSE DI MERIDIANI DI AGOPUNTURA CHE SONO CORRELATI AI VARI ORGANI E DISTRETTI CORPOREI.
PER QUANTO CONCERNE LE INTOLLERANZE ALIMENTARI, L’ ELETTROAGOPUNTURA DI VOLL, CHE HA ANCHE NUMEROSI ALTRI CAMPI APPLICATIVI E DIAGNOSTICI, HA EVIDENZIATO  SENSIBILITA’ DI MISURA SU UN PUNTO BEN PRECISO DEL MARGINE UNGUEALE DEL DITO MEDIO DELLE MANI, PUNTO QUESTO CHE CORRISPONDE A TRATTI  BEN SPECIFICI DELL’ INTESTINO.
E’ UNA TECNICA MOLTO SEMPLICE DAL PUNTO DI VISTA CONCETTUALE, MA ESTREMAMENTE DIFFICILE DAL PUNTO DI VISTA ESECUTIVO; L’ESATTEZZA E LA RIPRODUCIBILITA’ DELLA MISURAZIONE SONO INFATTI AFFIDATE ALLA NOTEVOLE ESPERIENZA E COMPETENZA DELL’ ESECUTORE DEL TEST;
 PROPRIO COME SI FA LA DIFFERENZA TRA UN AGOPUNTORE DI ESPERIENZA E COMPETENZA E UNO ALLE PRIME ARMI, ALLO STESSO MODO SI POSSONO PRODURRE REFERTI ANCHE MOLTO DIFFERENTI A SECONDA CHE L’ EAV SIA ESEGUITO DA UN OPERATORE COMPETENTE ED ESPERTO O MENO.
TROPPO SPESSO SUCCEDE DI VISIONARE REFERTI DI TEST ALIMENTARI CON LUNGHE LISTE DI INTOLLERANZE POSITIVE LA CUI ATTRIBUZIONE   PIU’ CHE ARBITRARIA, RISULTA INTENTA A VIETARE AL PAZIENTE  INTERE CATEGORIE DI ALIMENTI CALORICI O COMUNQUE NOTORIAMENTE NON SALUTARI.
IL TEST EAV VA CONSIDERATO COME UNO DEGLI INNUMEREVOLI STRUMENTI VALUTATIVI DI UN QUADRO SEMPRE MOLTO COMPLESSO.
NON SUCCEDE MAI DI RIUSCIRE A NORMALIZZARE UN SOVRAPPESO O DI FAR RIENTRARE LA SINTOMATOLOGIA PER ES. DI UN INDIVIDUO COLITICO, SEMPLICEMENTE ELIMINANDO UN SINGOLO ALIMENTO POSITIVO AL TEST. QUESTO PUO’ ESSERE VERO PER LA CELICHIA O PER L’ INTOLLERANZA AL LATTOSIO DI CUI D’ ALTRONDE SI DISPONGONO DI ALTRE TECNICHE VALUTATIVE PIU’ AFFIDABILI.
ALLO STESSO MODO, DIFFICILMENTE SI PERDE PESO O S’ INTERVIENE POSITIVAMENTE SULLO STATO DI SALUTE A PARTITE DA UN ELENCO DI DIVIETI; LA DIFFICOLTA’ INFATTI STA PROPRIO NELL’ ORGANIZZARE UN REGIME ALIMENTARE EQUILIBRATO, COMPLETO E COMPATIBILE CON GLI STILI DI VITA DI OGNUNO.  
NELLA MIA ESPERIENZA VEDO PURTROPPO MOLTE PERSONE ADOPERARSI A RISOLVERE LE PROPRIE PROBLEMATICHE ( SOVRAPPESO, COLITE, IPERLIPIDEMIA ECC) CON L’ ASTINENZA TOTALE E PROLUNGATA AD INTERE CATEGORIE ALIMENTARI, MA NON E’ CERTO QUESTO L’ OBIETTIVO DEL NUTRIZIONISTA CHE OLTRE ALLA QUANTITA’ DEVE SEMPRE PRESTARE ATTENZIONE E CURA ANCHE ALLA QUALITA’ DEL REGIME ALIMENTARE PROPOSTO.
PER QUESTI MOTIVI, IL TEST EAV PER LE INTOLLERANZE ALIMENTARI, VA CONSIDERATO COME UN PUNTO DI PARTENZA, UNO SPUNTO, UN’ OCCASIONE PER RIVEDERE LE PROPRIE ABITUDINI ALIMENTARI E PER COMINCIARE UN SERIO E INTERESSANTE LAVORO DI RIEDUCAZIONE ALIMENTARE.
 
09-11-2009
 

________________________________ 

 L' OLIO DI CANAPA DEL DOTT. JONAS

a cura della Dott.ssa Catia Filippi
 
L' OLIO DI CANAPA E' UN ALIMENTO CHE SI RICAVA PER SPREMITURA O DECOZIONE DAI FRUTTI DELLA PIANTA DI CANAPA I QUALI SONO STATI IMPIEGATI PER MILLENNI DALLE POPOLAZIONI DELL' AREA MEDITERRANEA E TRADIZIONALMENTE UTILIZZATI COME CORROBORANTI E RINFORZANTI DELL' ORGANISMO.
 ESSENDO RICCO DI ACIDI GRASSI POLINSATURI DELLA SERIE OMEGA-3, OMEGA-6 DI CUI OGGI IL MONDO SCIENTIFICO AMMETTE LA STRAORDINARIA IMPORTANZA, L' OLIO DI CANAPA RAPPRESENTA UN RIMEDIO DI TERRENO CIOE' UN ALIMENTO CHE PER SUA NATURA PUO' OTTIMIZZARE LA RISPOSTA NATURALE DEL SISTEMA IMMUNITARIO, DEL SISTEMA ORMONALE E DEL SISTEMA NERVOSO, I TRE SISTEMI FONDAMENTALI ATTRAVERSO I QUALI IL NOSTRO ORGANISMO INTERAGISCE CON L' AMBIENTE CHE LO CIRCONDA. ESISTONO INFATTI IN LETTURATURA INNUMEREVOLI RISCONTRI SCIENTIFICI E CLINICI SULLA VALIDITA' DEGLI OMEGA-3 E DEGLI OMEGA-6 NELLA PREVENZIONE MA ANCHE NELLA CURA DI PATOLOGIE O DISTURBI CHE DIPENDONO DA SQUILIBRI E ALTERAZIONI FUNZIONALI DI TALI SISTEMI DELL' ORGANISMO.
L’ OLIO DI CANAPA E’ UN OTTIMO ‘VACCINO’ NUTRIZIONALE NEL SENSO CHE E’ A TUTTI GLI EFFETTI UN ALIMENTO PROTETTIVO; INTRODUCENDOLO QUOTIDIANAMENTE NELLA DIETA, L’ ORGANISMO TRAE BENEFICIO RINFORZANDO E REGOLANDO LA RISPOSTA IMMUNITARIA NEI CONFRONTI DELLE AGGRESSIONI DELL’ AMBIENTE.
NELL' ESPERIENZA PLURIENNALE DEL DOTT. ELIA JONAS, PEDIATRA E NEUROPSICHIATRA INFANTILE, SONO ORMAI MOLTO BEN DOCUMENTATI I RISULTATI IN AMBITO NEUROPSICHIATRICO, ALLERGOLOGICO ( DALLE RIPERCUSSIONI SUL SISTEMA RESPIRATORIO A QUELLE SULLA PELLE) NONCHE' ORMONALE (DISTURBI DELLA CRESCITA, MALATTIA FIBROCISTICA DEL SENO, FIBROMIOMI UTERINI, CISTI OVARICHE, ENDOMETRIOSI, CLIMATERIO, SINDROME PREMESTRUALE ECC.). L’ OLIO DI CANAPA E’ CONSIGLIATO FIN DALLA PRIMISSIMA INFANZIA E MOLTE DONNE COMINCIANO AD ASSUMERLO PROPRIO IN GRAVIDANZA.
I RISULTATI OTTENUTI IN CAMPO NUTRIZIONALE, CONFERMATI ANCHE NELLA MIA ESPERIENZA, NEL TRATTAMENTO DELLE DISLIPIDEMIE COME ANCHE DELLE INTOLLERANZE ALIMENTARI, VANNO AD AGGIUNGERSI ALLA GIA' RICCHISSIMA DOCUMENTAZIONE ESISTENTE.
 
IN QUESTA STAGIONE
 PROVATE L' OLIO DI CANAPA PER RINFORZARE I VOSTRI CAPELLI E RIDURNE LA CADUTA.
USO INTERNO: 2 CUCCHIAI AL DI' DURANTE I PASTI, PER 2 MESI;
USO ESTERNO: 1 IMPACCO SETTIMANALE, DI 10-15 MIN, PER 1 MESE


| Scritto il 2009-11-02 09:59:33